Vai al contenuto

Intelligenza Artificiale e Finance

Quando sono i dati finanziari ad aver bisogno dell’Intelligenza Artificiale?

L’intelligenza artificiale sta cambiando notevolmente il modo in cui percepiamo numeri e dati. Questo è particolarmente importante nel momento in cui si introducono nel panorama digitale figure che da sempre basano il proprio lavoro sull’analisi e gestione contabile. Introducendo una serie di strumenti che ottimizzano e migliorano diversi processi, l’AI riesce a portare il lavoro del controllo di gestione e della contabilità a un livello successivo: quello in cui lo stesso responsabile si occupa di monitorare e condividere dati in maniera totalmente naturale con tutti i reparti aziendali. Tuttavia, è importante riconoscere sia le sue limitazioni che il valore aggiunto della rivoluzione tecnologica in atto. Ci chiediamo prima di tutto quali siano i settori maggiormente interessati a livello di gestione di dati finanziari.

I settori maggiormente interessati dall’AI e le professioni in evoluzione


L’intelligenza artificiale (AI) sta avendo un impatto significativo su numerosi settori e sta portando all’evoluzione di diverse professioni. Se ci soffermiamo sulle attività che richiedono operativamente di avere a che fare con quelli che sono i dati finanziari, sicuramente possiamo individuare all’interno del settore Finanza e Controllo di Gestione attività che potrebbero essere automatizzate e addirittura potenziate da un intervento innovativo da parte dell’AI.

In ambito Finanza prendiamo ad esempio gli Analisti Finanziari per l’implementazione di sistemi AI per previsioni di mercato e analisi di rischio oppure i Consulenti Robo-Advisor per lo sviluppo di algoritmi per la gestione automatizzata degli investimenti.

Nello specifico prendiamo il Controller Finanziario che otterrà notevoli vantaggi sia con l’Automazione di attività come la preparazione delle dichiarazioni finanziarie che potrebbero essere automatizzate, migliorando l’efficienza e riducendo gli errori sia nella acquisizione di nuove competenze in quanto Il focus si sposterà sulla supervisione dei processi automatizzati e sull’interpretazione strategica dei dati finanziari.

Il Consulente Finanziario invece potrà contare sulla Personalizzazione perché l’AI permette una maggiore personalizzazione dei consigli finanziari, basandosi su modelli predittivi e analisi comportamentali sfruttando quello che chiamiamo linguaggio naturale per interpretare necessità e bisogni. Grazie alla Interazione Uomo-Macchina i consulenti dovranno integrare le informazioni fornite dai sistemi AI nelle loro strategie di consulenza.

Arriviamo ora alla figura del Commercialista che avrà ben più di un beneficio in termini gestionali. Prima di tutto una automazione della contabilità tradizionale cioè aspetti della contabilità classica che possono essere automatizzati, rendendo il processo più rapido e preciso. In seconda battuta la nascita di Nuovi Servizi come la possibilità consulenza strategica basata su analisi di dati complessi e tendenze di mercato. Inoltre possiamo notare subito differenti utilizzi in ambito Finance possibili sia per i piccoli studi che per le imprese che hanno una gestione complessa:

Come l’AI è Utilizzata in ambito Finance e Contabilità

  1. Automazione di Compiti Ripetitivi: L’AI gestisce attività amministrative come l’inserimento dei dati, l’elaborazione delle fatture e la riconciliazione dei conti, liberando i contabili da questi compiti e permettendo loro di concentrarsi su attività di maggior valore.
  2. Miglioramento dell’Accuratezza dei Dati: L’automazione dei processi di elaborazione dei dati riduce il rischio di errori umani, che in contabilità possono essere molto costosi.
  3. Analisi dei Dati Basata sui Dati: I contabili ora hanno accesso a dati in tempo reale che possono aiutarli a prendere decisioni strategiche più informate, grazie anche all’analisi predittiva che permette di prevedere tendenze future.
  4. Esperienza del Cliente Migliorata: L’AI permette ai contabili di comprendere meglio le esigenze dei clienti, permettendo loro di fornire un’esperienza più personalizzata​​​​​​.

Limitazioni dell’AI nella Contabilità

Nonostante i molti vantaggi, l’AI ha delle limitazioni significative che necessitano ancora del giudizio e dell’esperienza umana:

  1. Incapacità di Adattarsi a Sviluppi Imprevisti: L’AI può avere difficoltà a gestire cambiamenti o eventi non previsti nei suoi modelli di apprendimento.
  2. Difficoltà nel Guadagnare Contesto: L’AI potrebbe non comprendere appieno il contesto specifico di alcuni documenti o situazioni, potenzialmente portando a interpretazioni errate.
  3. Limitazioni nella Comprensione del Linguaggio Tecnico: L’AI potrebbe non essere sempre in grado di interpretare correttamente il linguaggio tecnico o legale.
  4. Mancanza di Consigli Personalizzati: Sebbene l’AI possa elaborare dati e fornire analisi, non può sostituire la consulenza personalizzata e l’interazione umana.
  5. Problemi di Sicurezza e Privacy: L’utilizzo di tecnologie AI di terze parti per l’elaborazione dei dati finanziari dei clienti potrebbe sollevare questioni di sicurezza e privacy​​.

Il Valore Aggiunto dei “Contabili Umani”

In questo contesto, il ruolo di Commercialisti e Controller Finanziari e Addetti alla Contabilità rimane fondamentale. L’AI non può sostituire l’intelligenza emotiva, l’etica, il buon senso e la capacità di contestualizzare che sono caratteristiche uniche e fondamentali nel lavoro. La verità è che le aziende non sono fatte solo di numeri, previsioni, conti e fatture ma sono fatte prima di tutto da persone che hanno bisogno di fare affidamento su competenze sia tecnologiche che umane. Trasparenza, fiducia, flessibilità, pazienza sono tutte soft skills essenziali. I commercialisti, come i CFO possono utilizzare l’AI come strumento di supporto per migliorare l’efficienza e l’accuratezza, ma la loro capacità di interpretare e applicare queste informazioni in un contesto più ampio rimane indispensabile e insostituibile.